CAMERA: Passa la fiducia, in 321 salvano il governo Conte, ma la vera partita sarà domani al Senato

CAMERA: Passa la fiducia, in 321 salvano il governo Conte, ma la vera partita sarà domani al Senato

Camera: Alle 20.49 il presidente Fico comunica i risultati della votazione in Aula: 321 sì, 259 no e 27 astenuti, il governo Conte 2, ottiene così la fiducia in questo primo confronto con il Parlamento. Il discorso del premier è stato interrotto più volte dagli applausi della maggioranza e dalle proteste del centrodestra che, al termine dell'intervento ha intonato il coro "dimissioni, dimissioni" ed esposto cartelli con la scritta "Conte dimettiti", subito fatti rimuovere dal presidente della Camera. Il risultato della votazione alla Camera arriva prevedibile, Conte si salva, ma è solo la prima fase. Nel suo discorso di 50 minuti, il presidente del Consiglio elogia l'operato del suo esecutivo e fa inorridire l'opposizione quando parla di legge elettorale, parla di invito all'unità e non risparmia stoccate all'ex alleato Renzi; in un passaggio Conte  sottolinea: "C'era davvero bisogno di aprire una crisi politica in questa fase? No", e ancora: "Sono qui oggi non per annunciare nuove misure di sostegno o per bozza ultima del Recovery plan ma per provare a spiegare una crisi in cui non solo i cittadini ma io stesso alcun plausibile fondamento". Renzi, ospite al Tg2, non risparmia a sua volta un commento pungente indirizzato al premier: "321 voti alla Camera sono cinque voti in più del quorum, è una maggioranza risicata. Vediamo se al Senato i numeri per il quorum ci saranno". La vera partita infatti, si gioca domani al Senato, a palazzo Madama i numeri sono nettamente diversi e se la caccia grossa di questi giorni ai voltagabbana, oggi ribattezzati "Responsabili", non è stata condotta al meglio, per Conte si potrebbe mettere davvero male. Intanto il centrodestra convoca un vertice e presenta la risoluzione contro Conte in cui si parla di «fallimento» del governo contro la pandemia.
Redazione

Condividi questo articolo sui social: