CRISI DI GOVERNO Sospesi i lavori alla Camera e al Senato. Maggioranza e opposizione chiedono che Conte venga a riferire in Parlamento

CRISI DI GOVERNO Sospesi i lavori alla Camera e al Senato. Maggioranza e opposizione chiedono che Conte venga a riferire in Parlamento

Le forze di maggioranza alla Camera, aderendo alla richiesta dell'opposizione chiedono che Conte venga a riferire in Parlamento sugli sviluppi della crisi, "Si convochi una conferenza dei capigruppo, siamo sicuri che Conte espleterà tutti i passaggi necessari, compreso che venga in aula" hanno fatto sapere. Il presidente della Camera Roberto Fico ha quindi accolto la richiesta unanime di maggioranza ed opposizione di sospendere i lavori dell'Aula di Montecitorio, e annuncia che a breve ci sarà la convocazione della conferenza dei capigruppo "per un percorso ordinato e responsabile", ha sottolineato. L'Assemblea era chiamata oggi ad approvare in prima lettura il cosiddetto Decreto legge Natale. Inoltre Fico ha ufficializzato la notizia, trapelata ieri, del passaggio di cinque deputati ex M5S alla componente di Centro Democratico- Italiani in Europa guidata da Bruno Tabacci. Si tratta di Marco Rizzone, Fabio Berardini, Mara Lapia, Carlo De Girolamo e Antonio Governo. Anche al Senato è stata convocata la Conferenza dei capigruppo, dal presidente Elisabetta Casellati, dopo la richiesta delle opposizioni di sospendere i lavori e di ascoltare il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, sulla crisi di governo. Fdi, esorta il premier a venire in Aula "Conte riferisca al Parlamento oggi stesso su quello che succede nella maggioranza", lo ha chiesto nell'Aula della Camera il capogruppo Fdi Francesco Lollobrigida, che ha sottolineato "Non abbiamo ancora capito perché non si sia ancora dimesso". Si attendono adesso i passi del premier.


Redazione



Condividi questo articolo sui social: